Gemellaggio Rivarolo – Sunchales

 

   Nella seconda metà del secolo scorso la storia registra una considerevole emigrazione di popolazione di origine piemontese verso l’Argentina. La Consulta regionale ha comunicato che dei 7 milioni di Piemontesi che sono all’estero, 3 milioni si trovano in Argentina e più precisamente nelle Provincie di Cordova – Mendoza – Santa Fé – Rosario Buens Aires.

   I rapporti finora autonomamente intercorsi fra gli emigrati e i loro congiunti che risiedono qui suggeriscono l’opportunità di incentivare quei contatti, investendoli di ufficialità e continuità, attraverso l’istituzione di un vero e proprio gemellaggio del nostro Comune con una delle Città argentine ove più vi sia stata l’emigrazione di famiglie piemontesi.

   L’Associazione Piemontesi nel mondo, con sede in Pinerolo (TO), segue da anni la costituzione di rapporti fra gli emigrati originari della nostra regione e le rispettive località di immigrazione.

   I primi rapporti tra il Comune di Rivarolo e la Città di Sunchales (Provincia di santa Fé) nascono nel 1997, con i primi scambi epistolari e tramite fax.

   Nel Giugno del 1999 il Sindaco, Edoardo Gaetano, il Consigliere Delegato al Gemellaggio, Fabrizio Ricciardi e il Presidente dell’Associazione Turistica Pro Loco, Gino Bellan, si sono recati in visita ufficiale alla città di Sunchales, dove oltre ai momenti ufficiali, l’inaugurazione della piazza con un bellissimo arco intitolato alla Città di Rivarolo, la sottoscrizione della Carta ufficiale del Gemellaggio, vi sono stati incontri con insegnanti e dirigenti delle scuole, la stampa locale, le famiglie.

   Riportiamo di seguito alcuni passi contenuti nella Carta del gemellaggio, sottoscritta a Sunchales il 17/06/1999:

“… i Municipi di Sunchales e Rivarolo C.se hanno manifestato la decisione di gemellarsi …”

… attraverso questo gemellaggio fra le due comunità si cerca lo sviluppo d’interessi comuni per le due regioni… Sunchales e Rivarolo recupereranno e consolideranno i vincoli affettivi fra le numerose generazioni d’Italiani emigrati dal nostro paese, propiziando dei progetti che invitano alla partecipazione  comune …” – “… i trattati del gemellaggio possono essere promotori di scambi culturali, educativi, economici …”

   I rapporti si sono quindi intensificati quest’anno dal 19/02/2000 al 20/03/2000 quando quattro giovani accompagnati dalla professoressa Adriana Giusti De Fianchetti sono stati ospitati da famiglie rivarolesi, al fine di conoscere Rivarolo e le sue bellezze paesaggistiche e storico-architettoniche, i modi di vita, le abitudini e le tradizioni e il sistema scolastico italiano.

   Il prossimo 26 Aprile 2000 la delegazione argentina, circa 50 persone, guidata dal Sindaco di Sunchales , dr. Oscar Trinchieri,  sarà ospite della Città di Rivarolo, proprio in occasione del ventennale della “Fiera del Canavese”.

   Per la giornata del 29 Aprile 2000 è prevista la sottoscrizione in Consiglio comunale della Carta del Gemellaggio e l’inaugurazione della piazza rivarolese  e del monumento che saranno dedicati a Sunchales, a suggellare la fratellanza delle due comunità.

   Seguirà, inoltre, un singolare evento, la piantumatura di un albero proveniente dalla pampa argentina, con terra di Sunchales mescolata alla terra di Rivarolo.

 

 

 

 

 

Conoscere Sunchales

 

 

   Nella Repubblica Argentina, verso l’ovest della Provincia di Santa Fé, quasi confinante con quella di Cordova, a 600 Km. Dalla Provincia di Buenos Aires, si trova Sunchales, fondata centotredici anni or sono vicino alla storica ferrovia della linea Buenos Aires – Tucuman.

   La cittadina, che  vanta oltre 20.000 abitanti e una notevole importanza nell’industria della produzione casearia e nell’allevamento bovino, è stata dichiarata nel 1974 la “capitale provinciale del cooperativismo”. A Sunchales si trova la più importante e la più significativa industria lattiera del Sudamerica, la SAN.COR., nata nel 1938 da una cooperativa di produttori di Santa Fé (San.) e Cordova (Cor.). San.cor. raggruppa oggi oltre 5.000 produttori, offrendo impiego a 6.000 addetti alla lavorazione di 6.000.000 di litri di latte giornaliera.

   Qui sono insediate oltre 100 aziende industriali specializzate nei settori più svariati, nonché la sede centrale di una fra le prime dieci imprese assicurative dell’Argentina, circa 800 esercizi commerciali e 200 aziende agricole di grandi dimensioni.

   Il santo patrono della Città è San Carlo Borromeo.

   La Città festeggia:

-         a febbraio: il grandioso Carnevale

-         il primo sabato di Luglio: la giornata internazionale della Cooperazione

-         il 19 ottobre: l’anniversario della fondazione della Città

-         il 4 novembre: la festa patronale in onore di San Carlo Borromeo.